Accedi al sito
Serve aiuto?

Processo edilizio » Coperture » Illuminazione

Il lucernario è un apertura praticata nel tetto di un edificio protetta da un infisso o da un serramento, per illuminare e ventilare i locali sottostanti. 
Deve essere facilmente accessibile per la manutenzione, essere dotato di opportuni scoli per le acque di condensa, possedere dove necessario doti di coibenza termica (ottenibili con intercapedini d'aria o con vetri termocoibenti).
Può essere costituito da una intelaiatura metallica piana o a doppia pendenza, di tipo fisso o apribile, munita di vetri e può avere diverse forme (rettangolare, quadrata, cupola, piramide...).
Esistono diverse tipologie di lucernari, alcuni sono adatti per piccole luci, come nelle mansarde, altri si avvicinano più a grandi coperture vetrate, come è possibile vedere in alcuni centri commerciali, o nelle aziende.
La finestra per mansarda, ad esempio, è un elemento architettonico a sé stante, che ha avuto una vasta diffusione in questo ultimo decennio, soprattutto nelle opere di recupero e ristrutturazione del vecchio, per sfruttare al massimo il fabbricato.
Esistono anche i lucernari a shed, che consentono un'illuminazione indiretta nelle fabbriche; questo ha molteplici benefici: limitando l'irraggiamento diretto, si conferiscono all'ambiente un miglior isolamento termico ed una luminosità diffusa ed efficace. 
Inoltre in questi ultimi anni sono stati prodotti dei  lucernari innovativi chiamati tubolari. Questi illuminano gli ambienti, captando la luce solare e proiettandola nei locali sottostanti di abitazioni, uffici, saloni auto, industrie con notevoli risparmi.
Il lucernario può infine essere componibile, grazie ad un sistema modulare, permettendo di ottenere superfici illuminanti di lunghezza indefinita.
Finestre per mansarda
La finestra per mansarda rappresenta un serramento particolare, capace di condizionare la luminosità, la temperatura e il grado di umidità dell'ambiente.
Questo prodotto, soprattutto negli ultimi anni, ha avuto una vasta diffusione e, di conseguenza, è stato migliorato dal punto di vista qualitativo ed ergonomico, ed reso funzionale in ogni stagione.
Le finestre per mansarda si adattano all'inclinazione della falda e, come le comuni finestre,  possono essere a battente, a bilico, fisse.
Hanno materiali, finiture e dimensioni differenti, così da assecondare ogni esigenza.
Lucernari
Per lucernari si intende solitamente una copertura trasparente di grandi dimensioni, posta nella copertura.
Solitamente sono utilizzati per risolvere problemi di illuminazione ed aerazione naturale di locali quali:
- capannoni industriali
- centri commerciali
- passaggi coperti trasparenti
- locali per attività sportive
Sono realizzabili sia apribili che fissi e possono essere posizionati orizzontalmente, quando la copertura è piana, o con una determinata inclinazione, quando devono seguire l'andamento della falda.
Può assumere svariate forme,  quadrata, rettangolare, circolare, a cupola o a piramide, così da fornire diverse soluzioni estetiche, oltre che a garantire determinati requisiti, quali l'isolamento termico, un adeguato livello di illuminazione, una facile pulizia.
Lucernari tubolari o tunnel luce
I lucernari tubolari, sono dei lucernari, posizionati sui tetti, che captano la luce solare e la proiettano, amplificandola, nei locali sottostanti di abitazioni, uffici, saloni auto, industrie con notevoli risparmi.
Questo sistema è composto da:
- una cupola trasparente che capta la luce
- un dispositivo interno alla cupola in grado di deviare verso l'imboccatura del condotto la luce solare; costituito da un dispositivo ottico rifrangente e riflettente, di materiale trasparente resistente agli UV, basato sul principio delle lenti di Fresnel, capace di intercettare e deviare la radiazione luminosa diffusa proveniente dall'intero arco (360°) dell'orizzonte e quella diretta solare verso l'interno del tubo convogliatore
- un condotto tubolare rigido e componibile, solitamente in alluminio, placcato da uno strato di materiale avente elevata riflettività speculare > 92% (normale) o maggiore di 98% (superiflettente), costituito da tubi rettilinei e da raccordi adattabili (curve continue), che consentono di realizzare qualunque traiettoria e percorso del condotto, combinando i vari elementi del sistema, per collegare il punto di raccolta della luce al punto da illuminare con andamento non accidentato o corrugato e senza discontinuità, salvo che nei punti di innesto dei singoli componenti.
- un diffusore in grado di diffondere la luce convogliata nell'ambiente da illuminare.
A differenza dei lucernari, degli shed e così via, i manufatti di tipo telescopico, grazie alla loro forma e mediante parabola riflettente o lenti rifrangenti captano la luce naturale e la convogliano all'interno degli ambienti poco illuminati o che non comunicano direttamente con l'esterno.
Il condotto solare è uno spazio le cui superfici sono rivestite con materiale altamente riflettente per direzionare la radiazione solare, fornisce una illuminazione naturale con radiazione diretta agli spazi interni consentendone anche la ventilazione.
L'intensità luminosa trasmessa diminuisce in relazione alla lunghezza condotto: quanto più il condotto di luce è lungo tanto più si riduce la quantità di luce all'uscita. In genere la sezione varia tra 0.50 x 0.50 m e 1.20 x 1.20 m, con lunghezza fino a 15 m.
L'obiettivo principale di questi sistemi non è la quantità di luce che giunge agli ambienti interni ma la qualità della luce entrante.
Per questo motivo sono progettati considerando la traiettoria solare, cercando di captare i raggi solari invernali ed evitandone l'entrata negli ambienti durante il periodo estivo, massimizzando quindi, grazie alla loro riflettenza, il trasporto di luce dall'ambiente esterno a quello interno.
Si inserisce facilmente in qualsiasi tipo di copertura e controsoffitto non richiedendo cambiamenti strutturali. La superficie interna viene solitamente rivestita con specchi, alluminio, acciaio o con apposite vernici riflettenti. Il diffusore applicato all'altezza soffitto diffonde la luce solare nell'ambiente interno.
Il condotto può essere dotato di un portalampade interno per fornire luce addizionale quando quella naturale diurna è insufficiente, e durante la notte, inoltre può essere integrato con la ventilazione degli ambienti.

Fonte: http://www.archinfo.it/

 
 

Info Contatti

Tarlao geom. Gianpietro
Via Aquileia,26/1
33100 - Udine
Udine - Italia
C.F. / P.Iva: TRLGPT53E23Z600I / 00446140303
Tel: +39043221209 - +39 3284133553
Fax: +390432503152
info@studiogeometratarlao.eu

Social Share